Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Login

logotype

Andrea, Angelo, Luca e Carlo

MusicRaiser Stradarolo 2015: sostieni il Festival!

FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksRSS Feed

Dalla Tangenziale all'alba - Sostieni il Festival anche tu!

 

Ritorna Stradarolo!

Il nostro festival immaginifico, un esperimento concreto di arte su strada e di racconto del territorio. La periferia della metropoli, il suo andare e tornare, l'odissea pendolare.

Stradarolo dal 1997 ha attratto decine di migliaia di spettatori, ospitato migliaia di artisti da varie parti d'Europa, proposto surreali e notturne visioni dell'impossibile, sfidato le leggi della gravità e del main stream sistem.

Stradarolo è un festival precursore, anticipatore, situazionista nella vocazione, la declinazione dei non luoghi prima che ci leggessimo tutto Marc Augè.

Sarà, come sempre, tutto senza palchi, con una amplificazione minimale e un punto luce e proiezioni delle immagini bagneranno i muri delle case e sulle lenzuola stese ad asciugare, incrociando i gerani sul balcone e la cesta di cicoria fresca da capare.

 

Quest'anno sarà Stradarolo Big,

 

dedicato a Francesco Di Giacomo, l'amico di sempre, nostro e del festival,

un uomo meraviglioso e sincero, una voce bellissima.

Francesco per tutti noi era un amico grandissimo.

A Stradarolo, nel festival che lui amava e che ci ha sempre aiutato a far crescere, allestiremo una piazza “no stop” con testimoni, amici, performer che gli dedicheranno qualcosa di speciale, una registrazione inedita, un frammento dimenticato, una canzone, una lettura, un aneddoto, musicisti, faccini di palco, attori, tecnici, fonici, autisti, registi che lo amano ancora.

Una no stop di 24 ore e tantissimi artisti lo racconteranno. Un quarto d'ora a testa e ci raggiungeranno testimoni da tutta Italia per questo.

 

La domenica Stradarolo ospiterà un grande pranzo popolare con lo scenario di artisti che di musica popolare oggi si occupano, tutti a tavola seduti e ogni tanto comunicazioni sonore e in parola, organetti e cori e poi ancora pranzo. Una tavolata di cinquecento metri dalla Piazza del Comune a Palazzo Rospigliosi, lungo la centralissima Via Fabbrini, martire delle Fosse Ardeatine e in questo 70esimo anniversario della Liberazione ci sembra un gran bel festeggiare. Aspettatevi tanta musica.

 

A Stradarolo non macherà il teatro civile di Ulderico Pesce, il teatro Verde con la capacità di affabulare i bambini e poi personaggi della cultura, la tutela del territorio con la Ecopiazza e un pensiero per Pierpaolo Pasolini a quarant'anni dal suo assassinio nella proiezione sociale e geografica della sua ricerca umana e ancora, la danza contemporanea, l'arte circense, il situazionismo, l'allestimento stravagante, un gran bel festival, vedrete.

 

Per il 12 venerdì stiamo studiando una inconsueta anteprima nella borgata di Valle Martella, molto più prossima a Roma rispetto al centro storico e sul limitare del preziosissimo insediamento archeologico di Gabi e della tenuta sempreverde di Pantano Borghese. Lo scenario sarà la rotonda spartitraffico sulla Via Prenestina.

Lo stupore trascinerà l'evento artistico.

Il resto è quello che conoscete e che si rinnova: le solite sorprese, artisti imprevedibili, giocolieri, artisti di strada come il Circo Contemporaneo “El Grito”, maghi, spettacoli per ragazzi, e bambini in festa, danza contemporanea, teatro, libri e il colpo dell'ultima ora, che sapete a Stradarolo non è mai mancata.

 

Come sempre il Festival è totalmente gratuito, e quando da qualche anno i contributi istituzionali sono insufficienti è necessario il tuo e nostro contributo per rilanciarlo, per farlo diventare anche tuo. E allora abbiamo deciso di accedere a questa modalità di sostegno al festival, il festival amato e voluto dalla gente il festival che riparte, ispirazione per molti altri progetti simili in Italia, come sempre tenterà di proporre gesti artistici raffinati in una frequentazione popolare.

 

Concorri anche tu a sostenere Stradarolo!

 

Vi aspettiamo il 12, 13 e il 14 giugno.

 

E si parte!

 

Seguici anche sulla nostra Pagina Facebook